lunedì 21 febbraio 2011

E se gli UFO fossero solo delle sonde senza equipaggio?

Oggi vi propongo un interessante articolo tratto dal sito Ceifan...Buona lettura

L'ambito degli UFO è qualcosa di estremamente controverso, pieno di falsità di ogni genere volte ad ingannare la gente con storie e prove inventate, e questo ha creato una visione fortemente distorta del fenomeno UFO, tale che lo si interpreta prendendo come assodati dei fatti che invece sono falsi.



La verità sugli UFO è molto semplice: il fenomeno è molto raro, esistono davvero dei casi in cui qualcosa di sconosciuto ha volato nei cieli terrestri, così come documentato da fonti militari. Si tratta di velivoli non paragonabili a qualsiasi altro velivolo esistente, con caratteristiche tecnologiche molto differenti da quelle note finora.

I casi reali di UFO sono così rari da passare inosservati al mondo scientifico, in special modo quello astronomico, ed apparentemente gli stessi militari e politici sembrano non aver compreso bene il fenomeno. D'altronde le informazioni disponibili certe sugli UFO sono poche, e le persone colmano questa mancanza di informazione inventando le storie più disparate, così come colmano la rarità del fenomeno inventando finti avvistamenti.

Solo per rimarcare il concetto è bene sottolineare che se il fenomeno UFO non fosse così raro, avremmo migliaia di foto e video nitidissimi di velivoli UFO, ed inoltre la loro presenza sarebbe ampiamente documentata dagli astronomi di tutto il mondo. Fermo restando che esistono testimonianze da parte dei militari e di documenti ufficiali che evidenziano l'esistenza di veri UFO.

La cosa però che si riscontra nella realtà, è che non si ha alcuna evidenza sugli occupanti di questi UFO, anzi non c'è alcuna evidenza che esistano forme di vita dentro di loro, arrivando perfino a descrizioni di manovre di UFO così brusche che annienterebbero qualsiasi forma di vita presente al loro interno.

Come se fosse una cosa inevitabile, la gente ha inventato ogni genere di storia sugli occupanti degli UFO, arrivando a creare vari stereotipi assolutamente improbabili di alieni dalla forma umanoide che operano liberamente sulla Terra: ovviamente, al di là delle mille contraddizioni di storie del genere, non esiste alcuna prova a favore della loro veridicità.

Insomma, le storie riguardo agli alieni hanno tutte le caratteristiche di qualcosa partorito dalla fantasia umana, spesso copiato da storie del genere, con lo scopo di ottenere vantaggi di vario tipo, come ottenere popolarità, guadagni, attirare lettori o divertirsi alle spalle altrui. E tutto questo non considerando l'assurda modo di inventare alieni dalla forma umanoide, che si tratta di una forma tipica di questo pianeta, senza neanche sforzarsi ad inventare qualcosa di scientificamente più plausibile riguardo ad esseri alieni che non hanno alcun legame col nostro pianeta.

Ovviamente, per alimentare la fantasia umana, nonché per poterci lucrare su ed attirare l'attenzione della gente, è purtroppo indispensabile inventare storie che facciano sembrare il fenomeno UFO molto frequente e che evidenzino la presenza di alieni che operano sul nostro pianeta. Ma tutto ciò è inutile e controproducente in discorsi seri che hanno pretesa di realismo.

Quindi, in sostanza abbiamo delle evidenze reali riguardo alla presenza di misteriosi velivoli nei nostri cieli, ma nessuna evidenza riguarda alla presenza dei loro occupanti, con l'aggravante che i misteriosi velivoli si muovono spesso in modo tale da far sì che sia praticamente impossibile che qualche forma di vita possa essere presente al loro interno.

Inoltre, questi misteriosi velivoli hanno caratteristiche estetiche e tecnologiche tali da renderli non classificabili con qualsiasi cosa di conosciuto, compresi eventuali aerei segreti o sperimentali. Tutto ciò rende lecito ipotizzare che possano essere dei velivoli extraterrestri. Questo apre uno scenario ben particolare che a sorpresa potrebbe essere realistico anche per il mondo scientifico.


La visita di sonde spaziali aliene

C'è un problema che sembra insormontabile riguardo alle visite aliene, e riguarda il fatto che le distanze interstellari sono così grandi che anche utilizzando sistemi di propulsione avanzatissimi ci vorrebbero secoli per arrivare da un pianeta alieno alla Terra e viceversa, senza contare che ci vorrebbero milioni di anni per raggiungere la galassia più vicina. I tempi sono così lunghi che nessun essere vivente riuscirebbe a vivere abbastanza per raggiungere la Terra. Le stesse comunicazioni a distanze del genere sono praticamente non attuabili.

Una cosa fattibile è inviare sonde automatiche che hanno una propria intelligenza artificiale e sono programmate per raggiungere ed identificare determinati obiettivi, raccogliere dati e ritornare indietro per consegnarli ai costruttori che l'hanno mandata in missione.

Nonostante l'umanità sia ancora all'inizio dell'esplorazione spaziale, si lancino di continuo sonde spaziali che vengono programmate in modo da raggiungere ogni angolo del nostro sistema solare allo scopo di svolgere una determinata missione e mandare sulla Terra i dati raccolti.

Al momento ci sono dei limiti tecnologici che impongono una zona d'azione limitata al nostro Sistema Solare e dintorni, quindi una zona ristrettissima, ma con il passare del tempo si costruiranno sonde sempre più avanzate e dotate di una certa intelligenza, che saranno in grado di viaggiare autonomamente per lunghi periodi verso altri sistemi stellari alla ricerca di pianeti simili alla Terra da documentare. A causa delle distanze enormi, queste sonde dovranno poi impostare in automatico il viaggio di ritorno verso la Terra per consegnare i dati, visto che una comunicazione è impossibile a tali distanze.

Ovviamente, non c'è alcun motivo per il quale una civiltà aliena avanzata non debba fare la stessa cosa, anzi, avendo a disposizione tecnologie molto più avanzate delle nostre è molto più semplice mandare complesse sonde automatiche per l'universo. Se la razza umana riesce già a mandare nello spazio sonde estremamente complesse a soli 60 anni dal primo volo spaziale, non si riesce neanche ad immaginare cosa potrebbero mandare nello spazio civiltà aliene che hanno ad esempio 1000 anni di esperienza nell'esplorazione spaziale.


Gli UFO come sonde spaziali aliene


Delle sonde spaziali aliene, potrebbero aver raggiunto il Sistema Solare, e di conseguenza avrebbero individuato un importante obiettivo: la Terra. In questo modo avrebbero iniziato a studiare il Pianeta e le sue forme di vita, sopratutto la civiltà tecnologica umana, e le sonde aliene, con i loro automatismi inizierebbero ad innestare un piano ben preciso il quale porterebbe alla raccolta minuziosa dei dati.

Per una missione così a lungo raggio, una sonda aliena per forza maggiore dovrebbe essere composta da ulteriori mini-sonde volte a raccogliere dati o ad effettuare altre operazioni, probabilmente comandate a distanza dall'intelligenza artificiale della sonda aliena primaria.

La scoperta di un pianeta abitato come la Terra è una cosa così eccezionale che probabilmente farebbe attivare nella sonda un meccanismo tale da chiamare ad essa le altre sonde spedite nelle vicinanze, infatti è probabile che se si vuole scoprire la vita si lancino una serie di sonde spaziali in modo da coprire interamente una data zona dello spazio.

È ovvio che le sonde non possono essere comandate a distanza direttamente dai loro creatori, perché le distanze in gioco sono davvero enormi, ed è altrettanto ovvio che l'unico modo per restituire i dati raccolti è far ritornare direttamente la sonda oppure predisporre l'invio di una sottospecie di corrieri che partirebbero alla volta del pianeta ospitante la razza aliena ha lanciato le sonde.

L'aspetto più inquietante è che date le distanze, la consegna dei dati raccolti potrebbe anche impiegare secoli se non millenni e anche di più.

Gli UFO visti come sonde spaziali aliene spiegherebbero molte cose, oltre ad essere scientificamente plausibili sotto ogni punto di vista.

Innanzitutto, risolverebbero il problema legato all'impossibilità che esseri viventi alieni possano sopravvivere a viaggi lunghi secoli per raggiungere il pianeta Terra, la qual cosa è l'origine dello scetticismo del mondo scientifico riguardo a contatti alieni con la razza umana.

Poi si spiegherebbe come mai velivoli alieni volerebbero nei nostri cieli senza che nessun alieno scenda per stabilire un contatto ufficiale con i terrestri, e di conseguenza si spiegherebbe anche perché ci sono evidenze reali sugli UFO ma nessuna evidenza reale sui loro occupanti.

Si confermerebbe anche il fatto che gli UFO possono fare quelle manovre impossibili perché in realtà al loro interno non c'è nessuno, dato che sono sonde automatiche.

La loro natura di sonde spiegherebbe anche perché sembrano intenti a raccogliere dati e documentare tutto, con particolare attenzione verso la tecnologia come ad esempio aerei militari.

Lo stesso fatto, documentato, che gli UFO non hanno risposto quando attaccati dall'uomo dimostrerebbe la mancanza di una guida diretta e la presenza di una guida basata su automatismi come quella delle sonde. Questa stessa guida basata su automatismi, quindi non perfetta, spiegherebbe perché gli UFO spesso si muovono in modo erratico, quasi irrazionale o poco intelligente.

Sempre la natura di sonda spiegherebbe come mai ci sono gli UFO ma non esiste traccia di base aliena, la quale sarebbe impossibile da nascondere e quindi subito individuata se esistesse, ma d'altronde delle sonde senza equipaggio non necessiterebbero di tali basi.

Infine, si risolverebbe anche una annosa questione tipica dei casi autentici di UFO, cioè del perché sembrino così distaccati ed indifferenti.

Il fatto che misteriosi UFO vengono avvistanti da secoli, da almeno l'epoca romana ad oggi, porterebbe inevitabilmente ad ipotizzare che è in atto una campagna di esplorazione spaziale della Terra in tempi molto realistici nel senso che, a causa delle distanze enormi, le sonde impiegano moltissimo per riportare indietro le informazioni raccolte e poi darsi il cambio con nuove sonde, pertanto il tutto richiede secoli se non millenni.

Durante tutto questo tempo la civiltà umana starebbe lì ad interrogarsi sulla presenza sporadica di misteriosi oggetti volanti che sembrano osservarla silenziosamente. E dall'altra parte avremmo una o più civiltà aliene che nel corso dei secoli sono sempre in trepidazione di ricevere nuove informazioni dalle loro sonde inviate lontanissimo a studiare forse l'unico pianeta abitato che sono riusciti a scoprire.

Le sonde aliene ovviamente non sarebbero mai programmate per poter effettuare un contatto ufficiale con le specie viventi che scoprirebbe, sia perché sarebbe una decisione da ponderare bene in base ai dati raccolti una volta restituiti agli alieni, sia perché potrebbe essere una cosa difficile da gestire anche per una intelligenza artificiale avanzata. Inoltre, date le distanze ed i tempi in gioco, ad esempio per la ricezione di informazioni e l'invio di sonde per un contatto ufficiale, il tutto richiederebbe probabilmente secoli, sempre nell'ipotesi che la civiltà aliena decidesse che fosse giusto fare tale contatto.

Fonte: http://ceifan.org/ufo_senza_equipaggio.htm

6 commenti:

  1. soulfly@hotmail.it7 marzo 2012 09:45

    ciao, devo dire che quanto ho appena letto é molto assennato e logico. Hai espresso molte cose che penso anchìo che ho qualche nozione di fisica relativa a spazio e tempo. Condivido molte cose che ho letto! Vorrei solo obiettare i limiti che hai indicato come il tempo necessario per compiere viaggi di miliardi di chilometri o anni luce....comprovate leggi fisiche nn ostacolano, anzi supportano esistenza di possibili viaggi nello spaziotempo, nn propulsione ma piegatura dello stesso, che ovviamente permetterebbero le stesse cose che tu hai indicato ma con dei possibili risvolti diversi (sono pienamente d`accordo riguardo al concetto di sonda ma credo che quello che per noi oggi é un processore che gestisce le attività` di una nostra sonda inviata nello spazio per una civiltà avanti a noi magari di 1000 anni potrebbe rappresentare un inizio di quello che in futuro potrebbe essere una intelligenza artificiale biomeccanica adattabile alle diverse forze g presenti cui pianeti oppure studiata apposta per la terra come abbiamo impostata noi oggi per marte. Scusate gli errori sto scrivendo col mio nokia

    RispondiElimina
  2. Ciao! Riguardo i tuoi dubbi sulla fisica dei viaggi spaziali, sono d'accordo anch'io su evntualità diverse per quanto riguarda gli spostamenti nello spazio-tempo. La teoria dell'universo olografico può ad esempio spiegare i viaggi interstellari senza il superamento della velocità della luce...ma ci possono essere anche tante altre teorie...Grazie per il tuo commento!
    A presto!!

    RispondiElimina
  3. Vitor De Santana20 giugno 2013 12:24

    Cosa ne pensate del black knight?
    Credo sia la prova piu evidente del fatto che ci hanno sempre osservati...

    http://www.ancient-code.com/the-black-knight-a-13000-year-old-alien-satellite/#


    RispondiElimina
  4. Molto interesante. Sinceramente non coscevo il caso. Assolutamente un altro pezzo del puzzle...

    RispondiElimina
  5. Un bellissimo articolo...che nn spiega assolutissimamente niente teorie della negazione sugli ufo senza prove convincenti ...poi basta con queste sonde dai....noiosissimo...

    RispondiElimina
  6. Ciao Anonimo, scusa se rispondo solo ora...Ho dei dubbi che un testo di qualuque tipo possa spiegare qualcosa....A volte un articolo si avvicina di più alle nostre convinzioni...Evidentemente non è questo il tuo caso... Grazie del commento.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...